La piaga dell’economia mondiale: 9 paesi con debito/pil sopra 300%

24 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Se c’è ancora qualcuno che continua a chiedersi la ragione per la quale le banche centrali globali hanno avuto, nel corso degli ultimi cinque anni, così tanta fretta di creare inflazione e di stampare oltre 12.000 miliardi dollari in moneta, di cui una grossa fetta è finita nel mercato azionario, la risposta è una sola: l’esplosione del debito.

Secondo una tabella pubblicata dal sito Zerohedge, che riportiamo in allegato, a oggi ci sono almeno 9 paesi, Giappone in testa, che hanno un rapporto debito/Pil superiore al 300%. Non solo. Si calcola che, sempre in questo momento, ben il 39% delle economie mondiali abbiano “sulle spalle” un debito superiore al 100% del Pil.

I testa ai paesi più indebitati spicca il Giappone con un rapporto debito/Pil del 400%, seguono a ruota l’Irlanda e Singapore con una percentuale rispettivamente del 390% e del 382%.

L’Italia, secondo la tabella elaborata su dati McKinsey, si troverebbe al 12esimo posto, con rapporto debito/Pil del 259% subito dopo la Francia (280%) e prima della Gran Bretagna (252%). (Mt)