La flessione registrata dal reddito delle famiglie italiane nel 2° trim.

9 Ottobre 2020, di Massimiliano Volpe

La flessione registrata dal reddito delle famiglie italiane nel secondo trimestre del 2020

Il reddito disponibile delle famiglie italiane è diminuito del 5,8% nel corso del secondo trimestre del 2020, rispetto al trimestre precedente. Lo ha reso noto l’Istat.

Nello stesso periodo i consumi sono diminuiti dell’11,5%. Di conseguenza, secondo l’Istituto centrale di statistica la propensione al risparmio delle famiglie è stata pari al 18,6%, in aumento di 5,3 punti rispetto al trimestre precedente.
Questo forte incremento deriva proprio dalla flessione della spesa per consumi (-11,5%) significativamente più sostenuta rispetto a quella registrata per il reddito disponibile lordo (-5,8%).

Beneficiando della dinamica negativa dei prezzi, il potere d’acquisto delle famiglie è diminuito rispetto al trimestre precedente del 5,6%.

Come è facile immaginare le stime dei conti trimestrali delle famiglie risentono in parte di problemi, dovuti all’emergenza sanitaria.