La flessione del Pil italiano nel primo trimestre 2021

30 Aprile 2021, di Massimiliano Volpe

Nuova battuta dall’arresto per l’economia italiana. Nel primo trimestre del 2021 il Pil italiano ha registrato una flessione dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dell’1,4% in termini tendenziali. Lo ha reso noto l’Istat. Il dato comunicato è in linea con le attese degli analisti.

Secondo quanto evidenziato dall’Istituto nazionale di statistica nei primi tre mesi del 2021 l’economia italiana ha subito una nuova contrazione, di entità più contenuta rispetto a quella registrata nel quarto trimestre del 2020. In particolare il risultato risente, per il settore terziario, degli effetti economici delle misure adottate a contrasto dell’emergenza sanitaria.
Si riduce l’intensità del calo tendenziale del Pil che passa dal 6,6% del trimestre precedente all’1,4%.

Per quanto riguarda le stime per l’intero 2021 Bankitalia stima che l’economia italiana crescerà più del 4% ma molto dipende dall’andamento della campagna vaccinale. La previsione dell’istituto centrale è in linea con il +4,5% fissato dal governo nel Def e con il +4,2% atteso dal Fondo monetario internazionale.