La Fed non taglierà i tassi questa settimana. Ecco perché

17 Giugno 2019, di Mariangela Tessa

Settimana cruciale, quella in partenza oggi, sul fronte della politica monetaria Usa. Mercoledì, la Federal Reserve alzerà il velo sui tassi di interesse. E se la maggior parte degli analisti ha messo in conto una svolta nella politica monetaria Usa, difficilmente le previsioni di un calo dei tassi sarà deciso a breve termine.

Tagliare ora – riportano gli analisti – apparirebbe un cedimento alle pressioni di Donald Trump, che chiede soccorso nella sua guerra tariffaria contro tutti. Non solo. Con il summit del G-20 alle porte, e la possibilità, almeno teorica, che gli Stati Uniti e la Cina possano raggiungere un accordo commerciale, una mossa anticipata a giugno non appare strategica.

Oltre tre quarti degli economisti sentiti dal Wall Street Journal credono comunque  che la prossima mossa della Federal Reserve sarà un taglio dei tassi. Il mese scorso erano la metà circa. In pochi, tuttavia, si aspettano una mossa imminente: solo due sui 46 interpellati prevedono una riduzione del costo del denaro nella riunione del 18 e 19 giugno. Quasi il 40% si aspetta una mossa a luglio e il 30% a settembre. I tassi sono fermi al 2,25-2,5% dallo scorso dicembre.