L’alunno Erdogan a scuola dal maestro Berlusconi

4 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

ISTANBUL (WSI) – Il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan, il cui governo è al centro di uno scandalo corruzione, ha denunciato un “tentativo di omicidio” contro il futuro e la stabilità della Turchia. Di fronte a una platea di intelluttuali, scrittori e giornalisti, in maggior parte vicini alla sua causa politica, riuniti a Istanbul, Erdogan ha di nuovo difeso con veemenza la tesi di un “complotto” per destabilizzare la sua autorità. “E’ ciò che vogliono fare, è un tentativo di omicidio contro la volontà nazionale”, ha sottolineato durante un discorso trasmesso in tv.

Il primo ministro se l’è presa in particolare con i magistrati che hanno istruito un’inchiesta per corruzione che ha portato lo scorso 17 dicembre a un giro di vite contro il suo entourage, in particolare ai figli di alcuni ministri, e ha provocato un largo rimpasto di governo. “Ha cercato di fare un colpo di stato giudiziario in Turchia (…) Ma noi ci opporremo a questa operazione, a questo complotto del 17 dicembre che ha come obiettivo il futuro e la stabilità del nostro Paese”, ha sottolineato. (TMNews)