Jp Morgan cambia idea sull’azionario: “è ora di puntare sul Vecchio Continente”

2 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Nonostante l’incognita Brexit e il rischio recessione in Germania, gli analisti di Jp Morgan scommettono sulle Borse europee. E invitano pertanto gli investitori a comprare azioni del Vecchio Continente. Un vero cambio di marcia per la banca, che per lungo tempo ha preferito Wall Street all’Europa.

Il motivo? Le ultime vicissitudini che hanno riguardato i mercati europei hanno portato le piazze di scambio del Vecchio Continente ad essere sottostimate nei portafogli internazionali. Dopo due anni all’insegna delle debolezza, dunque, l’azionario europeo risulta ora a buon mercato.

“Negli ultimi 18 mesi le Borse europee hanno perso oltre il 20% in dollari nei confronti di Wall Street e oggi i prezzi possono rappresentare un buon punto di ingresso. Inoltre da marzo 2018 c’è stato un deflusso del 20% degli investimenti in termini di masse dell’asset management”.

Non solo. Ad aumentare l’appeal contribuiscono inoltre le politiche espansive della BCE e le attese di uno stimolo fiscale. Tutti fattori che offrono agli investitori internazionali buone opportunità di acquisto, anche in vista delle prossime operazioni da parte della banca centrale europea.

“Crediamo che ci siano buone probabilità di rimbalzo per l’azionario europeo” ha scritto in una nota Mislav Matejka, responsabile delle strategie sull’azionario europeo della banca Usa, spiegando così la decisione di promuovere le azioni europee a overweight, mentre quelle di Wall Street sono state abbassate a neutral.