Sale il consenso di Wall Street su Biden, ma si teme la stretta fiscale

26 Giugno 2020, di Alberto Battaglia

Il candidato democratico Joe Biden sta recuperando il favore degli alti dirigenti dell’economia Usa, sempre più convinti che Donald Trump non possa farcela a riconquistate la Casa Bianca. E questo nonostante il fatto che il candidato democratico, in campagna elettorale, abbia promesso un sostanzioso incremento alle tasse sui redditi delle società, che sarebbero innalzate dal 21% al 28%.

E’ quanto emerge da un approfondimento pubblicato dall’emittente Cnbc che ha raggiunto numerosi finanzieri di Wall Street, lobbisti e analisti politici ricavandone un quadro decisamente più favorevole al candidato democratico rispetto a pochi mesi fa.

Uno degli investitori raggiunti da Cnbc, Michael Novogratz, ha raccontato come il consenso di Trump nei circoli dell’alta finanza abbia iniziato a vacillare: “Cinque mesi fa ho cenato con 10 fra i migliori investitori. Ero l’unico a pensare che Biden avrebbe vinto. Otto supportavano Trump, uno era indeciso e un altro era sostenitore di Biden ”, ha raccontato Novogratz, “penso che se sondassimo quel gruppo oggi ci sarebbe una divisione 50 a 50 o 60 a 40 a favore di Biden”.

E’ dello stesso parere un lobbista che, in condizioni di anonimato, ha affermato che “oltre il 50% dei suoi clienti”, appartenenti alla cerchia di Wall Street, sono “convinti che Biden sconfiggerà Trump”.
Persino un agente politico repubblicano, che vede fra i suoi clienti società di investimento finanziario e grandi società tecnologiche, ha affermato che, nelle riunioni private, i dirigenti finanziari si stanno convincendo che Biden farà sua la Casa Bianca il prossimo novembre. La loro speranza, tuttavia, è che i rialzi di tasse promessi da Biden a fini di equità sociale non si materializzino prima del pieno superamento della crisi economica indotta dal Covid-19.

La sensazione riportata dall’ex associato di Goldman Sachs, Johnatan Hartley è esattamente la stessa: “Le tasse sono decisamente in cima ai pensieri” di Wall Street, “quando si osservano i progressi di Biden nei sondaggi”.

Secondo la media calcolata da Real Clear Politics il margine di vantaggio di Biden su Trump si aggira intorno ai 10 punti, con incoraggianti risultati nei sondaggi tenuti nei cosiddetti swing states – quelli decisivi per portare a casa la vittoria finale.