Italia: crescono i miliardari, ma il totale della ricchezza cala del 12%

7 Ottobre 2020, di Alessandra Caparello

Italia: crescono i miliardari, ma il totale della ricchezza cala del 12%

Alla fine di luglio 2020 il numero di miliardari italiani è aumentato a 40 (rispetto ai 36 dell’anno scorso), di cui il 67% sono uomini e il restante 33% donne. Così emerge dallo studio annuale Billionaires Insights, dal titolo “Riding the storm”.

Giunto al suo settimo anno, lo studio attinge alla vasta rete di clienti e dati dei quali dispongono UBS e PwC con l’obiettivo di offrire informazioni dettagliate sui miliardari di tutto il mondo ed è frutto di più di 60 interviste face to face con i miliardari e per la prima volta, a causa degli effetti che il Covid-19 ha avuto sull’economia globale, il report include l’analisi su 5 ulteriori mesi, fino quindi al 31 luglio 2020.
Il rapporto in particolare mostra come le aziende più innovative stiano avendo un ruolo sempre più centrale nella ridefinizione dell’economia, con dei rendimenti sempre più alti.

Inoltre, lo studio mostra come una piccola percentuale di miliardari stia innovando il modo di approcciarsi alla filantropia e sta estendendo alcuni valori anche a come le proprie aziende affrontano le questioni climatiche e sociali.

Il focus sull’Italia

Guardando all’Italia,  nel nostro Paese crescono i miliardari ma nonostante questo incremento, da 5 anni, il tasso di crescita dei miliardari italiani risulta negativo (nel 2015 erano 43).
Alla fine di luglio 2020 i miliardari “self made” rappresentano il 49% del totale dei miliardari italiani e i totale della ricchezza in Italia è diminuito del 12% nel 2019, a 125,6 miliardi di dollari americani. Nei mesi tra aprile e luglio 2020 la ricchezza è tornata ad aumentare del 31%, a 165,0 miliardi di dollari americani.

Tra il 2019 e il 2020, infine, come rivela il rapporto di UBS e PwC, le imprese italiane miliardarie in crescita sono state quelle operanti nei settori Consumer&Retail, Industrial e Financial Services.

 

Gli italiani nella classifica

Ma chi sono questi fortunati? Secondo il Bloomberg Billionaires Index, ovvero la classifica dei 500 uomini più ricchi al mondo aggiornata al 10 agosto bisogna arrivare alla posizione 29 per trovare il primo italiano: si tratta Giovanni Ferrero con un patrimonio stimato a 32,8 miliardi. Gli italiani presenti nella classifica sono cinque.
Dietro il patron della Nutella troviamo al 58 esimo posto, Leonardo del Vecchio fondatore di EssilorLuxottica, con un patrimonio stimato di 20 miliardi.

A seguire Paolo Rocca, a.d. del gruppo Techint con un patrimonio attorno agli 8 miliardi di dollari e Silvio Berlusconi, al 278° posto della classifica, la sua ricchezza è stimata a poco più di 7 miliardi. Chiude il quintetto Giorgio Armani che si trova al 323° posto con un patrimonio personale di 6,2 miliardi.