Italia come la Svizzera: ecco come seduce i super ricchi del mondo

10 Agosto 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Italia fa concorrenza alla Svizzera. La Legge di stabilità 2017 ha introdotto una tassa a forfait con cui il governo prova ad attirare imprenditori e famiglie ricche.

Si tratta in particolare di un’agevolazione concessa a chi decide di trasferire la propria residenza nel belpaese pagando un’imposta fissa di 100mila euro l’anno sui redditi prodotti all’estero. In realtà anche chi ha un reddito di 500mila euro annui può trovare vantaggiosa tale novità.

Secondo un articolo de Il Sole 24 Ore tutto dipende dal patrimonio e da dove viene generato, visto che la parte prodotta in Italia resta assoggettata alla tassazione ordinaria.

Per chi produce redditi all’estero, quindi, l’Italia diventa una destinazione invitante: trasferire la residenza qui permette di poter applicare la tassa forfettaria per quindici anni, o di revocarne l’opzione in qualsiasi momento. Rispetto a regimi simili applicati in altri Paesi, l’Italia può giocare alcuni “assi”: un clima più mite rispetto al Regno Unito; un territorio più vario rispetto alla Svizzera; un costo della vita più basso rispetto a Montecarlo; un sistema di collegamenti più comodo rispetto a quelli di Cipro e Malta.

Come aderire a tale regime di favore? Occorre dimostrare al fisco di essere effettivamente residente in Italia. Come? Comprando casa e presentare la dichiarazione dei redditi.

E’ importante poi scegliere anche il Comune in cui si vuole trasferire la propria residenza. Così i russi cercano casa in Versilia in Toscana, sui laghi di Garda e di Como e tra le città spopola Firenze, Roma e soprattutto Milano.

La domanda tipica che riceviamo è: “Ma devo effettivamente venire a viverci in Italia?”. Sono persone che per lavoro o per svago viaggiano molto. Per questo prendere la residenza in una città come Milano rende più facili gli spostamenti in aereo».