Italia, Prometeia: anche famiglie benestanti preferiscono la liquidità

27 Settembre 2018, di Alessandra Caparello

Giornata conclusiva oggi a Roma per la quinta edizione di Bancassicurazione, appuntamento annuale promosso da ABI e ANIA dedicato al mercato assicurativo e della bancassurance in particolare.

Obiettivo del convegno è analizzare le opportunità legate all’evoluzione del modello di bancassicurazione, identificando le modalità e gli approcci che consentono di presidiare e sviluppare efficacemente il business nel comparto Vita e Danni. L’iniziativa è un momento di confronto sulle sfide dei prossimi anni, dalla digitalizzazione all’innovazione nella proposta commerciale.

Tanti i temi che vengono analizzati: il ruolo della bancassicurazione nell’evoluzione dei servizi al cliente. assicurazione Vita e Danni, distribuzione multicanale, Vita e Welfare, Salute e protezione della persona, Protezione di beni e patrimonio, Assicurazione PMI, Conoscenza del cliente, innovazione di prodotto e gestione dei rischi fino alla Tecnologia e innovazione e le nuove frontiere dell’Insurtech.

Tra i relatori che prendono parte al Forum Bancassicurazione 2018 figura anche Prometeia che in un recente studio ha analizzato il mercato del risparmio in Italia, fornendo una fotografia unitaria del mercato sia dal lato della domanda che dell’offerta.

Secondo Prometeia la preferenza delle famiglie per la liquidità è persistente anche per i patrimoni elevati. Nel primo trimestre 2018, la ricchezza finanziaria delle famiglie si è ridotta rispetto a fine 2017, per il contributo negativo dei mercati azionari alla valorizzazione delle attività.

Inoltre le incertezze sulla situazione politica e la fase negativa sui mercati azionari hanno rafforzato la preferenza delle famiglie per prodotti a basso profilo di rischio e attività liquide. Nota positiva i prodotti PIR compliant, che hanno contribuito positivamente alla tenuta dei fondi comuni.