Iran lancia sottomarino durante esercitazione Usa nel Golfo Persico

18 Ottobre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Questa settimana Gran Bretagna, Stati Uniti, Francia e una serie di Paesi del Medio Oriente stanno conducendo delle esercitazioni navali nel Golfo Persico nel tentativo di verificare cosa l’Iran stia facendo nei paraggi dello Stretto di Hormuz, un canale d’acqua artificiale dove passano due terzi dei barili di greggio esportati in Occidente dai paesi arabi e nordafricani.

Teheran ha gia’ annunciato l’intenzione di interrompere il trasporto di barili di petrolio attraverso la regione.

Mohammed Ali Jafari, comandante del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche, ha detto che le esercitazioni che questi stati stanno conducendo non recano una minaccia inaccettabile, ma che l’Iran non sta conducendo alcuna esercitazione in risposta.

A giudicar dagli ultimi report dispacciati dall’area, cosí non sembrerebbe proprio.

Solo ieri, secondo l’agenzia stampa IRNA, a seguito degli ordini dell’Ayatollah Ali Khamenei, l’Iran avrebbe lanciato un sottomarino, Tareq-901, ed un cacciatorpediniere, Sahand, nel Golfo Persico dal porto di Bandar Abbas.