Ipo: OVS sbarca in borsa, ma il debutto è negativo

2 Marzo 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Non è certo un debutto brillante per Ovs, sbarcata oggi in Borsa, con un valore di mercato di 930,7 milioni di euro. La catena di abbigliamento ha raccolto durante il collocamento 414 milioni di euro. Il titolo ha iniziato la sessione in calo.

Le quotazioni sono scese inizialmente nella parte bassa del range di prezzo indicato, testando quota 4,1 euro (partendo da un range tra 4 e 5,4 euro), per poi scendere sotto la soglia dei 4 euro. Alle 12.15, il titolo si riposiziona al di sopra della soglia, a quota 4,04, con un calo -1,37%.

“Ovs rappresenta un`importante storia di successo italiana – ha commentato l’amministratore delegato di Borsa Italiana Raffaele Jerusalemi – un’azienda che ha saputo rinnovarsi diventando un punto di riferimento in Italia nel mercato dell’abbigliamento fast-fashion. L’accesso al mercato dei capitali attraverso la quotazione in Borsa consentirà a OVS di accelerare la realizzazione degli ambiziosi progetti che le consentiranno di continuare il percorso di crescita già intrapreso”.

Banca Imi ha agito in qualità di sponsor e responsabile del collocamento per l’offerta pubblica. Coordinatori dell’offerta globale di vendita e sottoscrizione sono stati Banca IMI, BofA Merrill Lynch, Goldman Sachs e Unicredit.

Stando a quanto riporta il sito La Repubblica, l’ad Stefano Beraldo si è detto “molto contento”, facendo presente che negli ultimi anni “siamo riusciti a passare da insegna a marchio. Sono stati tanti gli investitori che ci hanno detto ‘ma perché non andate all’estero?’ lanciandoci così una sfida”.

Ma “l’Italia – chiarisce – resta un mercato grandissimo, il terzo in Europa, con ancora grandi margini. E qui siamo cresciuti ancora”.