iPhone: mercato boccia nuovi modelli, titolo giù

11 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il mistero, se poi di questo si trattava, è stato svelato. Ieri sono stati presentati nella sede di Cupertino, i nuovi smartphone targati Apple: l’iPhone 5S e il 5C.

Phil Schiller, vice presidente del marketing, ha mostrato i modelli a una folla di giornalisti entusiasti, spiegando le loro caratteristiche. Tuttavia, la reazione del mercato è stata negativa, con i titoli che hanno ceduto il 2,3% in chiusura di seduta a $494,64. Gli investitori si aspettavano un prezzo più basso per la versione low cost ideata per attirare clienti nei mercati in via di Sviluppo come Cina e India.

Il modello 5S rappresenta un’evoluzione dell’iPhone 5, la cui grafica è stata migliorata di 56 volte e le performance di 40.

Tre i colori disponibili, oro, nero e grigio. Il processore sarà più avanzato, un A7, e i video avranno anche l’opzione slow motion. Vi sarà poi una nuova lente a 5 elementi con pixel più grandi e un nuovo sensore per migliorare il range dinamico di colori nelle foto. La Cpu infine, per la prima volta in uno smartphone avrà 64 bit.
Ma la più grande novità per questo modello riguarda il Touch Id. Ovvero il lettore di impronte digitali che permetterà di andare sull’App Store e comprare un’app senza rimettere la password.

Per quanto riguarda il 5C invece si tratta di una novità assoluta in casa Apple. Due i motivi principali: il primo riguarda i colori, si potrà scegliere tra blu, bianco, rosa, giallo e verde e il secondo i prezzi. Questo modello infatti è stato pensato per aprire a nuovi mercati, abbassando i costi dei prodotti.

Le caratteristiche principali sono: otto megapixel di fotocamera iSight, lente a cinque elementi e tutti i miglioramenti di iOs7 disponibili. Infine, processore A6 e Retina display da 4.

Tim Cook, l’amministratore delegato della Apple, ha dichiarato: “Abbiamo deciso di rimpiazzare l’iPhone 5 con due nuovi prodotti invece di abbassare i prezzi dei modelli precedenti”.

Vero solo in parte, visto che al momento il prezzo di lancio negli Stati Uniti è di 99 dollari per telefonini con abbonamento biennale, ma per i Paesi Europei invece è l’esatto opposto. In Francia, Germania e Regno Unito la versione da 16GB, quella così detta a basso costo, partirà da 599 euro, insomma non proprio low cost.

Non si sa ancora il prezzo per l’Italia, ma dubitiamo sarà diverso da quello degli altri Paesi Europei.

La notizia ha creato malcontento, facendo calare in Borsa le azioni Apple scambiate a New York. Quello che non convince è il prezzo, che non sarebbe abbastanza basso da renderlo un prodotto di massa appetibile nei mercati emergenti. In Europa, poi, il prezzo senza abbonamento resta ancora troppo alto.

Quanto alle uscite ufficiali dei due nuovi smartphone: il 20 settembre comparirà negli scaffali dei negozi di molti Paesi paesi del mondo, ma non in l’Italia, dove con tutta probabilità si dovrà aspettare l’autunno o forse poco prima di Natale.