Investimenti: nove azioni da seguire per il 2016

14 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

NEW YORK (WSI0 – Questo è stato l’anno delle “zanne”, o per meglio dire delle azioni FANG: Facebook, Amazon, Netfix e Google. Una crescita che per questi titoli, nel 2015, ha raggiunto l’86% potrebbe far pensare a una marcia inarrestabile. Non la pensa così Tom Lee, cofondatore di Fundstrat Global Advisors, per il quale la statistica suggerisce che i titoli che i titoli in top ten un dato anno, deludono in quello successivo:

“Dal 2005 le azioni top 10 hanno sottoperformato il mercato l’anno successivo con una media di 290 punti base, in altre parole ciò che stato top performer nel 2015 è improbabile che prosegua“.

Nelle sue previsioni, più precisamente Lee sostiene che le azioni top 10 sottoperformano il mercato durante l’anno successivo all’exploit nel 52% dei casi. D’altra parte questo comporta anche ottime opportunità per chi investe in azioni dotate di prezzi interessanti in rapporto ai fondamentali. Sono questi titoli su cui puntare nel 2016 scrive Lee. La lista di nove azioni da seguire con attenzione, estrapolata dal listino S&P 500 è, dunque, la seguente:

  1. National Oilwell Varco, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -1,5%; crescita implicata: 14%
  2. Caterpillar Inc. contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -1,6%; crescita implicata: 2%
  3. IBM, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -2,5%; crescita implicata: 10%
  4. HP,contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -2,5%; crescita implicata: 25%
  5. Conoco Phillips, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -2,6%; crescita implicata: 25%
  6. Procter & Gamble, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -3,8%; crescita implicata: 7%
  7. Chevron, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -4,6%; crescita implicata: 9%
  8. ExxonMobil, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -7,6%; crescita implicata: 10%
  9. Walmart, contributo all’indice S&P 500 nell’ultimo anno ad oggi: -9,1%; crescita implicata: 6%