In 5mila a Milano per ricordare “Dax”, attacchi alle banche

16 Marzo 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI)- Vetrine spaccate, automobili danneggiate, edifici storici del centro di Milano dalle mura imbrattate. Ha lasciato parecchi danni il corteo promosso a Milano dai militanti di centri sociali e gruppi della sinistra radicale per ricordare “Dax”, Davide Cesare, giovane milanese rimasto ucciso 10 anni fa in una rissa con attivisti di estrema destra. Nel mirino dei manifestanti soprattutto le banche: il corteo non ha risparmiato nessuna delle filiali degli istituti di credito delle strade del centro di Milano.

CONTRO LE BANCHE. Dopo aver colpito alcuni sportelli di Corso Italia, gli antagonisti si sono scagliati contro tutti gli sportelli bancari di Corso di Porta Romana: UniCredit, Credito Artigiano, Unipol, Barclays e altri sono stati imbrattati e danneggiati con mazze e pietre. In alcuni casi, dove il vetro ha ceduto, sono stati lanciati all’interno fumogeni e, nel caso della Banca Popolare di Sondrio, c’è stato un principio di incendio. Colpite anche numerose auto in sosta.