Impresa pagina 96

Fatture gonfiate, maxi truffa alla Regione Piemonte

Una regione che rischia, tra l’altro, anche il default, viste le condizioni disastrate in cui versano i suoi conti. 140 indagati, professionisti compiacenti e altri scandali tipici della politica italiana.

Pagamenti a imprese come prestito, Stato fra i cattivi pagatori

La Confartigianato istituisce un Osservatorio per l’applicazione sulla norma dei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Lo Stato assimilato ai cattivi pagatori del settore prestiti.

Spagna travolta dallo scandalo tangenti. Aziende spiazzate

Secondo il nuovo direttore di Kpmg, Alfonso Junguitu, una soluzione c’è sempre. In tante oggi decidono di investire per gestire meglio le attività. “Basta vincere l’inerzia, i risultati poi arrivano quasi nel 100% dei casi”

Volete aprire un’impresa in Italia? Siete fregati in partenza

Da un report della Banca Mondiale emerge che è davvero difficile avviare una nuova iniziativa imprenditoriale. Altrettanto dura e’ mantenerla. L’Italia si posiziona addirittura dopo lo Zambia. Opinione di Paolo Cardena

Prove di ripresa: 4.000 imprese aperte con un euro di capitale

Tante le aziende nate nel 2012 approfittando della nuova forma riservata ai soggetti under 35 con un capitale minimo di 1 euro, fino a un massimo di 10mila euro. A sorpresa in testa Campania e Lazio, segue la Lombardia.

Consumatori al limite: procura indaghi perchè le banche non erogano prestiti

Non c’è relazione di Bankitalia che, da mesi ormai, non registri una contrazione del credito al settore privato. Imprese e famiglie in ginocchio, mentre le banche vengono aiutate da Bce e governi.

La via di uscita per le imprese che si svenano con i derivati

L’anatocismo bancario, l’arte di imporre tassi di interesse illeciti, va combattuto. Il caso di un’officina meccanica che lavora giorno e notte. Due ragazzi portano avanti tutte le produzioni. Ma quanto possono durare a questi ritmi? L’opinione di SoluzioneCrisi.it

Consumi: in Italia l’anno peggiore dal Dopoguerra

Nei primi 11 mesi del 2012 calo del 2,9% rispetto al 2011, la riduzione piu’ elevata di sempre. Famiglie percepiscono peggioramento delle condizioni economiche. Fiducia imprese ai minimi.

Calo spread aiuta casse Stato. Ma gli italiani quando tireranno un sospiro di sollievo?

I tassi sui BTP sono scivolati, ma i consumatori pagano tassi sui prestiti per la casa superiori a fine 2010. Idem per le imprese, che scontano il caro-tassi. Il motivo? Sempre loro: le banche. Lo spread in un anno: GUARDA IL GRAFICO.

Immobiliare, case: prepararsi a un calo storico dei prezzi

Due gli scenari: una violenta svalutazione nell’arco di pochi anni, con dei prezzi pre-euro (entro il 2018). O una una lenta e prolungata discesa dei prezzi (almeno per il prossimo decennio) con una perdita che potrebbe rasentare il 50%. Consigliare il mattone come investimento sicuro per eccellenza sarebbe come consigliare i bond argentina. Analisi di Orlando Masiero