Con questi contratti il vostro oro non è al sicuro

13 Settembre 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Per chi non fosse ancora convinto che i beni e risparmi di una vita depositati presso una banca non sono mai veramente al sicuro, dovrebbe bastare guardare alle ultime statistiche. Un numero crescente di banche ha reso il prelievo di denaro depositato sempre più difficile per scongiurare eventuali corse agli sportelli. Nell’era dei tassi bassi o sotto zero, i fenomeni di controlli di capitale e di guerra al contante sono più frequenti.

A volte il governo è complice, consentendo alle banche di congelare o confiscare i soldi depositati in banca, oppure di imporre norme rigide per regolamentare quello che può e non può essere depositato nelle cassette di sicurezza e altri lidi che non siano bancari. Il rischio per chi non rispetta le leggi è quello di subire una confisca dei propri averi.

Alla luce di tutto ciò, chi fa affidamento su strumenti alternativi per mettere al sicuro il proprio denaro – pagando commissioni come in banca, ma nella consapevolezza che non ci sono di mezzo attività bancarie rischiose che mettono in pericolo i propri depositi – deve sapere che in queste cassette di sicurezza spesso non viene parcheggiato oro fisico.

Viene spesso fornito un contratto in cui si dichiara che può essere prelevata una somma concordata di oro su richiesta del cliente. Il problema è che spesso non vi è nessun lingotto di oro fisico a disposizione, solo contratti virtuali. Si stima che il valore di contratti di questo tipo nel mondo sia 150 volte più alto dell’oro esistente realmente sulla Terra.

I contratti di questo tipo costituiscono tutti insieme una sorta di Schema Ponzi da cui stare alla larga. In un contesto incerto come quello attuale, secondo quanto enunciato da Jeff Thomas sul sito di Casey Research, la cosa migliore da fare per mettere al sicuro il proprio patrimonio, è non cadere nella tentazione di dare la caccia alla remunerazione più accattivante, lasciando da parte l’avidità per scegliere la via meno rischiosa di tutte.

Fonte: InternationalMan.com