Il tasso di disoccupazione giovanile in Italia

1 Febbraio 2020, di Massimiliano Volpe

Nel mese di dicembre in Italia il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) si è attestato al 28,9%, stabile rispetto al mese precedente.  Lo ha reso noto l’Istat evidenziando che il tasso di disoccupazione nazionale è rimasto stabile al 9,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Secondo l’istituto centrale di statistica nel mese di dicembre l’occupazione ha mostrato una flessione rispetto al mese precedente, mentre l’inattività è cresciuta e il numero di disoccupati è aumentato lievemente a fronte di un tasso di disoccupazione che rimane stabile.
In particolare, gli occupati sono diminuiti di 75 mila unità (-0,3%) e il tasso di occupazione è sceso al 59,2% (-0,1 punti percentuali).

La flessione dell’occupazione interessa uomini e donne, gli individui tra 25 e 49 anni (-79 mila), i lavoratori dipendenti permanenti (-75 mila) e gli indipendenti (-16 mila). Gli occupati aumentano tra i 15-24enni (+6 mila) e tra i dipendenti a termine (+17 mila), rimanendo sostanzialmente stabili tra gli ultracinquantenni.