Il degrado del pazzo mercato immobiliare di Detroit

8 Luglio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – “Fino a qualche anno fa comprare una casa a Detroit per 500 dollari era considerato come uno scherzo, ora invece è diventata la realtà, e si tratta anche di un grande investimento”, ha dichiarato a Reuters Ted Phillips, direttore esecutivo del United Community Housing Coalition.

Ma è possibile comprare veramente un appartamento a un prezzo cosí basso? Molte case della città americana si possono trovare a prezzi molto convenienti, talvolta persino a 500 dollari. La media è sui 4 mila dollari.

Spesso gli investitori cadono nell’inganno. Il problema sta nel fatto che il prezzo di facciata è spesso fasullo, perché per quanto la casa abbia un potenziale notevole, non va sottovalutato il lavoro che serve per rimetterla in sesto.

Sono case che hanno bisogno di essere spesso completamente ristrutturata. Cosa che fa raddoppiare o, più facilmente, triplicare il prezzo.

Ecco che cosí si vengono a spendere facilmente 15 mila dollari in sole attività di riparazione, riportando il prezzo finale ai livelli standard di mercato.

Molte case infatti, vendute all’asta lo scorso autunno, con le sole ristrutturazioni, sono infatti poi venute a costare 15.000 dollari. Gli speculatori americani (in particolare californiani), ma anche cinesi, hanno messo gli occhi sui profitti di queste case e spesso le hanno lasciate cadere in rovina per poi metterle sul mercato.

Solo nel 2011, ultimo anno in cui i dati sono disponibili, circa 100.000 proprietà immobiliari sono state abbandonate e ora sono nel limbo, in condizioni di degrado almeno fino a quando non verranno ristrutturate.

“La città del Michigan non ha fatto nessuno sforzo per rendere quelle 100.000 case a disposizione e ora non abbiamo un vero e proprio mercato”, ha dichiarato Jerry Paffendorf dell’agenzia immobiliare Loveland Technologies.

Speculatori immobiliari che vogliono fare profitti alti e facili comprano a prezzi ridicoli una casa all’asta, ma poi la abbandonano lasciandola in uno stato di completa desolazione, perché non hanno fondi sufficienti per finanziare i lavori di rinnovo e spesso finiscono per non versare nemmeno le tasse immobiliari alla città di Detroit.