Il carico fiscale per i professionisti e le imprese in Italia

7 Gennaio 2020, di Massimiliano Volpe

 

Tasse sempre più alte per professionisti e imprese. Come calcola il Centro studi di Unimpresa per una impresa o partita Iva che fattura 50.000 euro l’anno il total tax rate supera il 64% del fatturato, questo vuol dire che il prelievo fiscale complessivo è di circa 33.200 euro, a fronte dei quali il guadagno netto è di appena 17.800.

Secondo il Centro studi, calcolando 12 mesi di attività, il profitto, al netto delle tasse, è di circa 1.483 euro, mentre nelle casse dello Stato si versano, ogni 30 giorni, circa 2.766 euro.

Secondo i calcoli dell’associazione, su 50.000 euro di fatturato, si pagano:

13.625 euro di saldo Irpef,
5.241 di acconto Irpef,
956 euro di addizionale regionale Irpef,
236 euro di addizionale comunale Irpef,
71 euro di acconto addizionale comunale Irpef,
53 euro come diritti alla Camera di commercio,
1.689 euro di Irap,
797 euro di acconto Irap,
7.191 euro di contributi previdenziali,
3.779 di acconto contributi previdenziali.