I sette benefici inaspettati per chi va in pensione anticipata

26 Luglio 2019, di Alessandra Caparello

Andare in pensione a 34 anni con in tasca 3 milioni di dollari è certamente un lusso che si possono permettere in pochi. A raccontare i benefici del pensionamento anticipato è Sam Dogen autore del blog di finanza personale Financial Samurai. A riprendere la sua esperienza l’emittente Cnbc.

Nel 2012, ho deciso di lasciare il mio lavoro e andare in pensione a 34 anni. All’epoca, ero sposato e avevo accumulato un patrimonio netto di circa 3 milioni di dollari che generava circa 80.000 dollari di reddito da investimento all’anno. Non è stata una decisione facile. Avevo un lavoro altamente remunerativo nell’investment banking e mi è stato detto che sarebbe stato irresponsabile e spericolato da parte mia lasciare un lavoro sicuro in così giovane età. Ma ero stato con la mia azienda per 11 anni consecutivi; ero stufo delle lunghe ore in ufficio, della politica aziendale, delle riunioni inutili e dello stress senza fine (che è peggiorato solo dopo la crisi finanziaria del 2008). Mentirei se dicessi che il pensionamento anticipato è andato proprio come mi aspettavo. Ci sono molti lati negativi di cui la gente parla raramente (…) ma in base alla mia esperienza finora, i positivi superano i negativi. In quasi sette anni, la mia qualità di vita è migliorata enormemente in modi che non avrei mai immaginato.

Così Dogen che indica i sette benefici inaspettati derivanti dal pensionamento anticipato. In primis l’invecchiamento rallenta e questo grazie al minor stress sopportato. Secondo beneficio riguarda il rapporto con i propri genitori che, a detta di Dogen, è nettamente migliorato.

Raramente vedevo i miei genitori quando lavoravo. A volte, passavano mesi ma tutto questo è cambiato dopo il mio pensionamento. Ho iniziato a fargli visita e a parlargli più spesso il che mi ha fatto capire che più giovane sei, più importante è passare del tempo con i tuoi genitori. Se non lo fai, potresti pentirtene quando saranno più grandi e in scarsa salute.

Terzo beneficio riguarda la paternità. Andando in pensione prima Dogen sottolinea come la pensione anticipata gli permette di passare e impegnarsi di più con i propri figli. Quarto beneficio: passano i dolori cronici. Dogen in particolare racconta di aver sofferto di mal di schiena e sciatica, entrambi causati da lunghi periodi seduto. In pensione si è dedicato alla cura della sua salute che ha fatto sparire i dolori. Altro vantaggio della pensione anticipata è l’autosufficienza.

Con più tempo a disposizione, non devo più chiamare qualcuno per lavoretti di manutenzione in casa. Ora se c’è un tubo che perde, con un tutorial su YouTube, faccio da solo.

Infine gli ultimi due vantaggi riguardano da una parte la ricerca di nuovi e più divertenti attività – nel suo caso il sito web  finanza personale Financial Samurai – e dall’altra aver assunto un  atteggiamento più positivo in generale.

Il pensionamento anticipato mi ha insegnato a smettere di inseguire la felicità e a trovarla nel presente.