I seggi conquistati dal partito conservatore di Boris Johnson

13 Dicembre 2019, di Massimiliano Volpe

Il leader conservatore Boris Johnson ha stravinto le elezioni politiche nel Regno Unito che si sono tenute ieri ed ora il mandato sulla Brexit è chiaro: il voto sull’uscita dall’Europa avverrà prima di Natale.
I conservatori hanno conquistato 364 seggi su 650 e il primo ministro — rieletto nel seggio di Uxbridge — può quindi contare ora su una maggioranza assoluta.
Una sconfitta pesante per i laburisti, che si fermano a 203 seggi e mettono ora in discussione la leadership di Jeremy Corbyn.

«La Brexit si farà il 31 gennaio, senza se e senza me». Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson nel discorso della vittoria, assicurando, rivolto agli elettori, anche a quelli che hanno votato per i conservatori per la prima volta: «Non vi pentirete di averci votato, ascolteremo la vostra voce».
«È la più grande vittoria dagli anni 80, quando molti di voi non erano neanche nati», ha detto Johnson parlando ai suoi sostenitori a Londra.

Secondo la Bbc, questo è il risultato migliore dei Tory dal 1987, dai tempi di Margaret Thatcher. «Adesso uniamo il Paese», ha detto ancora Johnson ringraziando anche coloro che hanno votato i conservatori «per la prima volta!».