Guerra in Ucraina: a quanto ammontano i danni economici

5 Aprile 2022, di Mariangela Tessa

Città rase al suolo dalle bombe. Palazzi, scuole, ospedali, edifici di ogni genere ridotti in macerie. Dopo più di un mese dall’inizio dall’inizio dell’invasione russa in Ucraina, ammontano a quasi 565 miliardi di dollari i danni in termini di infrastrutture danneggiate, ma anche perdita di crescita economica.
Il bilancio approssimativo, destinato a salire, è stato diffuso lo scorso 28 marzo dal ministro ucraino dell’Economia, Yulia Svyrydenko, attraverso un post pubblicato su Twitter.

Nello specifico sono, secondo Kiev:

  • 119 miliardi di dollari le perdite per le infrastrutture (distrutte e danneggiate quasi 8mila km di strade, decine di stazioni ferroviarie, aeroporti);
  • 112 miliardi di dollari per il Pil nel 2022;
  • 90,5 miliardi le perdite legate alla popolazione civile (10 milioni di metri quadrati di abitazioni, 200mila auto, sicurezza alimentare per 5 milioni di persone);
  • 80 miliardi di dollari le perdite per imprese e organizzazioni;
  • 54 miliardi di dollari le perdite in investimenti diretti nell’economia ucraina;
  • 48 miliardi di dollari le perdite del bilancio statale.

Le perdite nel settore energetico

Al bilancio provvisorio vanno poi aggiunge le perdite del settore energetico dovute all’aggressione militare della Federazione Russa si attestano già a 2 miliardi di dollari. “Le perdite sono stimate in 2 miliardi di dollari”, ha detto in un’intervista a ‘Ekonomichna Pravda’, il ministro dell’Energia, Herman Galushchenko.

Il ministro ha spiegato che in questo caso tengono conto non solo del valore del bene danneggiato o perso, ma anche della quantità di elettricità che potrebbe essere prodotta in condizioni normali e, di conseguenza, dei fondi che il produttore potrebbe guadagnare dalla sua vendita. Un terribile bilancio che riguarda soltanto il lato economico, imparagonabile a quello delle vittime e dei feriti, di cui ancora non si hanno numeri complessivi certi.

Gli effetti sul Pil

Passando ad analizzare gli effetti della guerra sul Pil, secondo le prime stime del governo di Kiev, l’economia ucraina ha già subito nel primo trimestre del 2022 una contrazione del del 16% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Per l’intero 2002, le previsioni parlano di un calo fino al 40% rispetto al 2021.