Guerra fredda con Russia continua: Ue accusa Gazprom

22 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Le autorità antitrust dell’Unione europea hanno accusao il colosso del gas russo Gazprom di abuso di posizione dominante in Polonia, Ungheria, Bulgaria, Repubblica ceca, Estonia, Lettonia, Lituania e Slovacchia. Secondo l’Ue, Gazprom ostacolerebbe la concorrenza nei mercati di fornitura di gas di questi paesi.

“Il gas è un bene essenziale nella nostra vita quotidiana – ha detto la responsabile della concorrenza Margarethe Vestager -. Pertanto è fondamentale salvaguardare una concorrenza equa sui mercati europei del gas”. Immediata la reazione del gigante russo, che ha definito “infondate” le accuse.

Stando a un comunicato, “Gazprom rispetta scrupolosamente tutte le norme delle leggi internazionali e nazionali, dei paesi in cui è presente”.