Dazi, Mnuchin: “accordo alle battute finali”. Cina frena entusiasmi

29 Aprile 2019, di Mariangela Tessa

I negoziati commerciali tra Stati Uniti e Cina sono ora nelle battute finali. La conferma arriva dal segretario al Tesoro degli Stati Uniti Steven Mnuchin, alla vigilia di un nuovo round di incontri a Pechino tra i negoziatori di entrambe le parti.

“Abbiamo fatto molti progressi e ora siamo alla battute finali”, ha detto il rapporto Mnuchin, in un’intervista alla Milken Institute Global Conference di Los Angeles, aggiungendo che “abbiamo entrambi il desiderio di raggiungere un accordo”, secondo il rapporto del New York Times.

Mnuchin ha affermato che i negoziati hanno raggiunto una fase in cui potrebbe essere raggiunto un accordo o potrebbe saltare tutto.

Decisamente più cauta la versione data da Pechino. Secondo quanto riporta il South China Morning Post le delegazioni sono “lost in translation”, si sono bloccate sulla scelta dei vocaboli corretti ai fini di un importante accordo commerciale. Al centro restano sempre la questione tecnologica e quella della proprietà intellettuale.

Mnuchin e il rappresentante degli Stati Uniti Robert Lighthizer stanno cercando di negoziare un accordo con i rappresentanti cinesi per porre fine ad guerra commerciale che va avanti da oltre un anno.

Entrambe le parti si sono incontrate più volte nel tentativo di concludere un accordo per porre fine alle loro differenze commerciali. I colloqui finora si sono concentrati su una serie di questioni, tra cui il trasferimento tecnologico e le riforme strutturali.