Grecia: spunta piano sblocca negoziati di Juncker

18 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ATENE (WSI) – Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker ha proposto un piano che ha l’ambizione di sbloccare i difficili negoziati tra creditori e governo greco che vanno avanti da ormai quattro mesi e che sono giunti a un punto fermo.

L’accordo include nuovi obiettivi sul surplus primario e il rinvio dell’aumento dell’Iva a dopo l’estate. Per effetto dell’intesa, anche la riforma per aumentare la sostenibilità del sistema pensionistico sarebbe rimandata.

Sul fronte del mercato del lavoro, il piano prenderà spunto dalle linee guida dell’Ilo (l’organizzazione Internazionale del Lavoro dell’Onu) sulle migliori pratiche per migliorare la competitività e ridurre la disoccupazione, che in Grecia è arrivata a livelli esorbitanti.

Tuttavia la tassa sulla casa tanto odiata e impopolare (ENFIA) rimarrà nel programma da attuare per ricevere in cambio 7,2 miliardi di aiuti. È una delle misure che dovranno essere implementate altrimenti il Fondo Monetario Internazionale ha già detto che non fornirà i suoi 3,6 miliardi previsti dal piano.

I creditori europei concederanno 1,8 miliardi di euro di nuovi prestiti, più 1,9 miliardi dei profitti che la Bce ha incassato con i bond greci.

(DaC)