Gotha finanza progetta una criptovaluta stabile mondiale

23 Marzo 2018, di Daniele Chicca

Il mercato da centinaia di miliardi di dollari delle criptovalute è in continua crescita, ma resta anche estremamente volatile. Questo rende la criptovaluta un mezzo di scambio talvolta inconveniente e rischioso per le transazioni giornaliere o per le attività di scambio commerciali tradizionali. Per porvi rimedio, stanno nascendo con una sempre maggiore intensità progetti di stable coin volti a garantire una maggiore affidabilità.

Il gotha della finanza non ha intenzione di rimanere a guardare. Un gruppo di imprenditori e finanzieri basati in Svizzera è riuscito a raccogliere 30 milioni di dollari intorno a una fondazione (SAGA) per il lancio di una “valuta complementare mondiale”, che promette di essere in grado mettere le redini alla volatilità, considerato uno dei punti deboli di bitcoin e altre divise digitali. Tra gli investitori figurano Mangrove Capital Partners, Lightspeed Venture Partners, The Singulariteam Technology Group e Initial Capital.

Invece che affidarsi a una ICO, le emissioni di token per reperire finanziamenti caratteristiche del mondo delle crypto, la fondazione ha deciso di creare una nuova classe di token, che all’inizio avrà un valore pari a zero ma che poi conferirà agli investitori “un numero sempre crescente di token Saga a seconda del volume di utilizzo della criptovalute”, fa sapere il Financial Times.

La nuova criptovaluta, fa sapere il quotidiano della City Financial Times, sarà più stabile rispetto alla concorrenza perché sarà legata a una divisa governativa tradizionale e sarà soggetta a controlli di identità random. L’idea dietro al token SGA è quella di istituzionalizzare le monete virtuali, pur senza rinunciare ai meriti della tecnologia blockchain.

Dietro alla fondazione SAGA, presieduta dal manager israeliano Ido Sadeh Man, ci sono nomi di spicco della finanza internazionale, come Jacob Frenkel (presidente di JP Morgan Chase e governatore della banca centrale di Israele), l’AD di Bancor, consulenti del Fondo Monetario Internazionale, Myron Scholes (premio Nobel per l’Economia) e Leo Melamed, fondatore della National Futures Association, nonché chairman emerito della CME.

Quello del token di SAGA non rappresenta un esempio isolato, tutt’altro. Negli ultimi tempi sta infatti crescendo il numero di progetti di ‘stable coin’, token che replicano l’andamento delle monete fiat, garantendo una maggiore stabilità. Tra i più famosi si possono citare TetherTrueUSD e USC di Coinfix, tutti coin legati al dollaro Usa, oppure Stasis con il suo Stasis Euro Token (SET) che ricalca invece l’andamento dell’euro.