GM, utili in aumento nonostante l’ondata di richiami

4 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Nonostante i costi per i richiami delle vetture in Nord America abbiano eroso i margini, General Motors ha archiviato l’ultimo trimestre del 2014 con utili superiori alle attese del mercato.

Escludendo le voci di bilancio straordinarie, il gruppo automobilistico americano ha registrato un utile per azione pari a 1,19 dollari contro attese del mercato di 83 centesimi.

L’utile netto complessivo è stato di 1,1 miliardi (66 cent per azione), in crescita dai 900 milioni dello stesso periodo del 2013. In crescita infine del 20% il dividendo, a 36 centesimi.

Guardando in avanti, General Motors Co prevede un’accelerazione dell’utile operativo quest’anno rispetto al 2014, grazie soprattutto alla crescita nei suoi due maggiori mercati, quello cinese e quello statunitense. La società ha infine annunciato un aumento degli investimenti del 20% a 9 miliardi di dollari per il 2015.

Ma i richiami, secondo quanto dichiarato dal Cfo Chuck Stevens, sono destinati a salire quest’anno.

Positivo l’effetto delle trimestrale in Borsa: i titoli nelle prime battute guadagnano il 3% a 35 dollari. (mt)