Gli appuntamenti della settimana: attesa per FMI e BCE

22 Giugno 2020, di Mariangela Tessa

Fari dei mercati puntati questa settimana sul Fmi e sulla Bce. L’istituto di Washington pubblicherà mercoledì 24 giugno le proiezioni economiche per l’anno in corso e la Bce inizierà la settimana con il discorso del vicepresidente, Luis de Guindos, al Finance Summit di Francoforte, per proseguire mercoledì e giovedì col Consiglio direttivo sulla politica non monetaria e il Consiglio generale, dopo che la presidente della Bce, Christine Lagarde, ha chiuso la scorsa settimana con un appello ai Governi Ue a mettere in campo le attese misure di rilancio dell’economia.

Attesi discorsi di due membri della Fed, Evans e Bullard, il 24 giugno, quello di un componente del board Bce, Schnabel, il 25 giugno. Si svolgeranno anche i meeting di alcune Banche centrali emergenti (Turchia e Messico), attese proseguire con il ciclo di tagli dei tassi d’interesse.

Sul fronte macro, per l’Eurozona oggi sono attesi i dati sulla fiducia dei consumatori a giugno, domani tocca al Pmi manifatturiero e servizi e mercoledì l’Ifo della fiducia degli imprenditori, che gli analisti stimano entrambi in crescita a giugno. Martedì gli indici Pmi anche per Usa, Francia, Germania e Regno Unito.

Mercoledì è invece la volta dell’Ifo per la Germania, atteso in rialzo, e l’indice del mercato dei mutui e dei prezzi delle abitazioni Usa.

Giovedì, sarà la volta del Pil Usa, il saldo della bilancia commerciale italiana non Ue, mentre venerdì si alzerà il velo su reddito e spesa delle famiglie a maggio negli Usa, il deficit del primo trimestre in Italia e la fiducia dei consumatori a giugno, giornata anche di asta di Bot.

Nel calendario delle Borse, Shanghai, Hong Kong e Taiwan rimarranno chiuse il 22 giugno per la festa tradizionale delle barche drago e Taiwan anche il 26 del mese, guarderanno anche a una serie di indici e di dati macroeconomici.