G20 di luglio, dove si tiene il vertice dei ministri delle Finanze

21 Maggio 2021, di Alberto Battaglia

L’Italia, che in questo 2021 ricopre la presidenza del G20, ospiterà il prossimo mese di luglio presso l’Arsenale di Venezia una serie di eventi collegati alle materie economico finanziarie, inclusa la riunione dei ministri delle Finanze dei venti Paesi membri dell’organizzazione.

  • Tra l’8 e il 9 luglio si comincerà con il Global Forum on Productivity dell’Ocse;
  • sempre il 9 luglio si terrà l’International Taxation Symposium;
  • tra il 9 e il 10 luglio è previsto l’evento clou, ovvero il terzo incontro dei ministri delle Finanze dei governatori delle banche centrali;
  • seguirà, infine, la conferenza G20 sul clima prevista per l’11 luglio.

G20: le priorità del  vertice italiano

“Guardando oltre la crisi, vogliamo inoltre assicurare una ripresa veloce, incentrata sulle necessità delle persone. Ciò implica un’attenzione particolare alla tutela dei soggetti e dei Paesi più vulnerabili, all’empowerment femminile, al ruolo dei giovani. Significa sostenere il lavoro, la protezione sociale, la sicurezza alimentare”, si legge nella sezione del sito ufficiale del G20 dedicata alle priorità della presidenza di turno italiana.
“Dobbiamo creare le condizioni per un rilancio che sia ambizioso, efficace e sostenibile. Un rilancio più efficiente, fondato anche su un migliore impiego delle energie rinnovabili e un chiaro impegno alla protezione della stabilità climatica e dell’ambiente”.

Le misure di sicurezza

Imponente l’impianto di sicurezza. Nei giorni degli incontri per il G20 sarà messa in piedi una zona rossa e dispiegati 1.500 agenti di sicurezza. Potrà accedere al centro storico solo chi vi lavora o vi risiede.
Si tratta di precauzioni che, questa volta, non hanno a che fare con il contenimento del rischio contagio, bensì con le possibili contestazioni anarchiche che spesso si accompagnano a questi summit internazionali.
La cornice artistica del centro di Venezia, patrimonio mondiale Unesco, non può che incoraggiare la massima allerta.