Wall Street chiude in rialzo sulle ali del petrolio

12 Aprile 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Chiusura in rialzo per la Borsa Usa grazie al rally del petrolio. Oggi il greggio con consegna a maggio e’ cresciuto al Nymex del 4,5% a 42,17 dollari al barile, massimi del novembre scorso. Il mercato spera in un congelamento dei livelli di produzione al vertice di Doha del 17 aprile.

E’ soprattutto la speranza di dialogo tra nazioni come Arabia Saudita e Russia a diffondere ottimismo anche perche’ la produzione di Riad e Mosca e’ sui massimi quindi un suo congelamento poco cambierebbe nel ridurre scorte mondiali in eccesso. Un’intesa potrebbe gettare le basi per un futuro taglio.

Nel finale il Dow Jones sale dello 0,94% a 17.721 punti, lo S&P 500 guadagna lo 0,97%  a 2.061 punti mentre il Nasdaq cresce dello 0,80% a 4.872 punti.

Anche i finanziari  sono in corso con JP Morgan (+1,86%) che domani pubblichera’ il suo bilancio, prima a farlo tra le grandi banche di Wall Street.

Oggi, intanto, il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le stime di crescita globale e attende ora un +3,2% quest’anno, contro il +3,4% previsto in precedenza.

Sul fronte macroeconomico americano, in marzo i prezzi all’importazione sono saliti per la prima volta in nove mesi, ma l’aumento e’ stato nettamente inferiore alle previsioni (+0,2% contro il +0,9% atteso)

Per il momento gli investitori sembrano avere digerito i conti deludenti di Alcoa arrivati ieri a mercati chiusi. L’azienda ha registrato un calo del 92% dei profitti e ha abbassato l’outlook nel mercato dell’aereospazio per l’anno in corso.