Futures Usa: Buy dopo i dati macro, ora occhi tutti su Bernanke

13 Luglio 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – La performance dei futures americani prelude a un avvio positivo per Wall Street (guarda performance indici a fondo pagina).

I mercati Usa guardano ai dati relativi al Pil cinese, che con una crescita su base annua pari al 9,5%, nel periodo compreso tra i mesi di aprile e di giugno, hanno confermato la solidità della congiuntura del paese. I dati sono superiori alle previsioni.

Attenzione oggi anche al discorso che Ben Bernanke proferirà di fronte alla Commissione servizi della Camera. Tenuto conto del contenuto dell ultime minutes della Fed, gli investitori vogliono sapere cosa dira’ Bernanke alle 16 italiane sulle mosse di politica monetaria.

“La barra per un terzo round di quantitative easing e’ ancora alta a questo punto delle cose sotto il profilo del profilo dell’inflazione, ancora incerto, ma il comunicato ufficiale della Fed di ieri ha lasciato la porta piu’ aperta di quanto si pensasse prima e ha mostrato una certa divergenza di opinioni all’interno del comitato di politica monetaria della banca centrale Usa”, commenta in una nota Deutsche Bank.

Sul fronte macro i prezzi import sono inaspettatamente cresciuti in giugno.Per sette mesi di fila, fino a maggio, i dati sono aumentati di piu’ dell’1%. Poi si sono placati. Depurate della componente petrolifera, le cifre evidenziano un calo dello 0,1%.

In Europa le piazze finanziarie oscillano tra i rialzi e i ribassi, con Piazza Affari che si distingue come una delle migliori borse della regione, forte di un progresso superiore al punto percentuale.

In ambito di commodities nuovo record dell’oro, mentre i futures sul petrolio sono in calo dello 0,62% a quota $96,82 al barile. Le quotazioni dell’oro avanzano dello 0,67% circa a $1.572,8 l’oncia dopo aver toccato i massimi di sempre di $1.579,7.

Sul fronte valutario l’euro continua a salire e si attesta in rialzo dello 0,49% contro il dollaro a quota $1,4044, incrementando i guadagni. Quanto ai Treasuries i prezzi sono in calo mentre i rendimenti sul decennale salgono di 4,7 punti base al 2,92%.

Alle 15.05 (le 9.05 ora di New York) il future sull’indice S&P500 sale di 8,30 punti a quota 1.319 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 15 punti, a 2.362,75 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones aumenta di 65 punti (+0,5%), a quota 12.478.