Future FTSE MIB, al test della resistenza 21.500

2 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il future sul maggior indice azionario FTSE MIB, nella settimana da poco conclusa, ha continuato a testare la resistenza individuata in area 21.500, seppur in maniera moderata. Il sentiment degli investitori, infatti, è ancora condizionato dalla cautela, in vista di importanti eventi attesi in questa ottava. La regia in questi giorni è ancora una volta nelle mani delle Banche Centrali. Negli Stati Uniti e Giappone, le autorità dovrebbero annunciare nuove misure di liquidità nel tentativo di sostenere l’economia. In Europa invece la Bce è chiamata a proseguire sulla strada della normalizzazione della politica monetaria, seppur in modo graduale, dato che persistono ancora tensioni sul mercato obbligazionario, confermato dall’aumento dei rendimenti di titoli di Stato di Grecia, Portogallo e Irlanda. Le implicazioni tecniche ribadiscono che il contratto, scadenza dicembre, prosegue da cinque mesi la fase laterale, la cui evasione può trovare sostegno soltanto dal break out della resistenza in area 21.500 punti. Al contrario la rottura di immediati supporti potrebbe portare la curva a rivedere i minimi di agosto. Il future chiude così i cinque giorni a 21.400 punti dopo essere salito fino al top 21.620 e mette a segno una performance settimanale positiva dello 0,16%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di resistenza vista a 21.510 con target successivo stimato a 21.640. Supporto a 21.145.