Fuga mercati emergenti, alert rialzo tassi bond

11 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Alert Turchia, ma alert, in generale, nei mercati emergenti, dove si assiste all’impennata dei tassi sui bond. Tra i temi di cui si è parlato più spesso sui mercati globali degli ultimi anni, la crescita dei rendimenti dei Treasuries americani e la forza del dollaro americano.

Tali fattori hanno scatenato un forte smobilizzo sui listini delle economie emergenti, visto che le valute relative si stanno deprezzando contro il biglietto verde, mentre i titoli di stato, sebbene presentino rendimenti più alti, vengono ora considerati meno appetibili rispetto ai Treasuries.

Nella giornata di ieri la lira turca ha registrato la flessione più forte in un anno, avvicinandosi ai livelli di dicembre 2011 mentre la Borsa di Istanbul, che ha aperto in ritardo per “motivi tecnici”, ha segnato un forte calo. Questo, in un contesto di proteste che vanno avanti da 11 giorni. Moody’s ha messo in guardia il paese dalle conseguenze che le tensioni sociali potranno avere sul rating del paese.

Intanto il premier Recep Tayyip Erdogan se l’è presa la “lobby dei tassi d’interesse” che specula sulla protesta. “Voi che avete iniziato la lotta contro di noi pagherete una prezzo pesante” ha detto Erdogan, rivolgendosi alle banche private e alla “lobby dei tassi d’interesse” che starebbe tentando di sabotare l’economia turca mantenendo i tassi alti.

La lobby dei tassi d’interesse ha sfruttato il sudore della mia gente per anni e non potrà più farlo” ha detto Erdogan, aggiungendo che “strangolerà” gli speculatori.

Si vendono così azioni e bond delle economie dei paesi emergenti. In Sud Africa, tassi a 10 anni al 7,84%, in Messico al 3,33% e in Turchia i tassi sono aumentati al 4,22%. Ovviamente su Istanbul pesano le forti tensioni del paese.

Sul fronte valutario, dallo scorso 2 maggio, il rand sudafricano ha ceduto -12,8% verso il dollaro, il dollaro australiano è sceso del 7,1%, il real brasiliano -6,6%, il peso messicano -5,2%, la lira turca -4,6&, e lo zloty polacco -3,9%. [ARTICLEIMAGE]

Turchia, rischio contagio. Fondo taglia esposizione a zero.

La Turchia brucia, 3 morti. Borsa -17% in pochi giorni.

Caos Turchia. Crollo lira e fuga capitali?.

Turchia vuole il triplo di “banche islamiche”.