FONDI: WARREN BUFFETT CORRE IN AIUTO DI RELIANCE

23 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Berkshire Hathaway (BRK/A) intende proporre un’operazione di riassicurazione a Reliance Group Holdings (REL) che potrebbe risolvere in parte i problemi finanziari della divisione assicurativa.

Le indiscrezioni a Wall Street parlano di oltre $1 miliardo di debiti che verrebbero assunti dalla societa’ del mitico investitore Warren Buffett, ma non e’ chiaro l’ammontare della responsabilita’ finanziaria lasciata a Reliance. Le agenzie di rating hanno abbassato il giudizio sulla societa’ al punto che le e’ impossibile trovare altri clienti.

La scorsa settimana Reliance ha annunciato per il secondo trimestre una perdita di $504,5 milioni e ha previsto di dover portare i libri in tribunale. Sebbene il debito raggiunga $735,1 milioni, con $237,5 milioni in scadenza a fine agosto, si prevede pero’ che le banche estendano il termine di qualche mese e l’affare con Berkshire potrebbe assicurare la copertura di una larga parte della responsabilita’.

Berkshire otterrebbe in cambio liquidita’ e altri assetti patrimoniali, inferiori ai debiti assunti, ma che potrebbero fruttare interessi a partire da subito, mentre i debiti andranno in scadenza nel corso degli anni. In alcuni casi si parla ddirittura di 10 anni.

Poiche’ Reliance ha delegato parte del controllo delle transazioni finanziarie al dipartimento delle assicurazioni dello stato della Pennsylvania, la proposta di Buffett deve essere vagliata anche da questo dipartimento.

Uno dei punti da chiarire sembra essere quanti e quali debiti rimarranno in mano a Reliance. Il dipartimento delle assicurazioni vuole essere certo che alla societa’ non vengano lasciati solo polizze ad alto rischio sulle quali debba pagare alti premi, soprattutto dopo che il portafoglio patrimoniale di Reliance sia stato ridotto dall’accordo.

Rimane poi da vedere se Saul Steinberg, ex amministartore delegato che insieme alla sua famiglia detiene il 40% di Reliance, accettera’ la proposta di Berkshire. L’affare, infatti potrebbe far crollare il valore del titolo, gia’ sceso a soli 19 centesimi quest’anno.