Flash Crash Ethereum, rivale del Bitcoin a picco

22 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

Crollo dell’ Ethereum, ovvero della principale antagonista del Bitcoin, che ieri è stata protagonista di un Flash Crash con perdite fino al 15%, successivamente in parte recuperate fino a tornare a quota 328 dollari. Sulla piattaforma GDAX il prezzo è  sceso a un certo punto da 319 dollari a 10 centesimi nel giro di un secondo.

L’ondata di vendite di ieri (vedi grafico sotto) arriva dopo guadagni sostanziosi: da inizio anno, la criptovaluta ha segnato un rialzo del +3.000%, facendo impallidire la stesso Bitcoin, che invece è salita “solo” di +180%.

Difficile capire che cosa sia successo con esattezza. Anche se da più parti fanno notare che, già nella giornata di martedí, il sistema di contrattazione mostrava problemi tecnici.

Creato dal programmatore russo Vitalik Buterin, Ethereum è secondo solo al Bitcoin nella gerarchia delle criptovalute. Come il Bitcoin, Ethereum è un network pubblico su base blockchain. Negli ultimi giorni, la sua popolarità è aumentata in maniera significativa dopo l’endorsement da parte del presidente russo Vladimir Putin.

Buterin ha infatti incontrato Putin in occasione del recente Forum Internazionale dell’Economia a San Pietroburgo, dichiarando che l’economia digitale non è un’industria a parte, pertanto è necessario creare nuovi modelli di business per venire incontro a questa forma di economia.