Fitch taglia rating banche Italia: Mps è spazzatura

20 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Quattro banche popolari sono state declassate da Fitch. Tra queste MPS, il cui giudizio diventa spazzatura (junk).

I nuovi criteri di valutazione hanno penalizzato anche Banca Carige (da BB a B), Pop Emilia (downgrade da BB+ a BB) e Banco Popolare (da BBB a BB).

I titoli Mps e Banco Popolare diventano così speculativi, mentre Bper e Carige erano già classificati come “junk”.

L’agenzia di rating Usa ha rilevato “probabilità di sostegno sovrano ridotte”.

Fitch aveva spiegato di essere intervenuta dopo aver rivisto, come annunciato ormai un anno fa, il sostegno che ritiene possa venir concesso alle banche da parte dei rispettivi stati.

“Fitch ritiene che le iniziative legislative, regolamentari e politiche abbiano sostanzialmente ridotto la probabilità di sostegno sovrano per le banche commerciali americane, svizzere e dell’Unione Europea”, ha affermato in particolare.

La notizia arriva in un momento in cui Mps attraversa una fase delicata. La banca di Siena, la più antica del mondo, aspetta il via libera della Consobi per poter avviare lunedì prossimo un aumento di capitale.

Anche prima della comunicazione dell’agenzia americana i titoli del Montepaschi avevano subito perdite in Borsa, archiviando la seduta di martedì in calo dell’1,43% a 10,35 euro, estendendo i ribassi di lunedì.

(DaC)