Firmato accordo di libero scambio tra Ue e Giappone ma nessuno ne parla

28 Agosto 2017, di Mariangela Tessa

E’ stato approvato a Bruxelles lo scorso 6 luglio nel più totale silenzio da parte della stampa un trattato di libero scambio tra l’Unione europea e il Giappone, che riguarderebbe il 37% degli scambi mondiali

Stiamo parlando dello JEFTA (Japan-Europe Free Trade Agreement), un accordo che si propone principalmente l’abbattimento dei dazi doganali. Ma non solo. L’intesa include le normative sul clima dell’accordo di Parigi e alcune in materia di protezione di dati personali.

Al centro dell’accordo c’è comunque l’abbattimento dei dazi: ad esempio, il Giappone si impegna ad aprire il proprio mercato agroalimentare ai prodotti europei mentre l’Unione Europea faciliterà le esportazioni nipponiche di auto e pezzi di ricambio, armonizzando gli standard tecnici dei due pool commerciali. A ciò si aggiunge l’apertura di molti appalti pubblici giapponesi alle imprese europee.

Non sono mancate le critiche: numerose organizzazioni no profit,  Greenpeace Olanda hanno sollevato dubbi sul rispetto, in fase di negoziazioni, degli standard di salvaguardia ambientale.