Fineco: a settembre raccolta netta pari a 515 milioni di euro

6 Ottobre 2022, di Alessandra Caparello

Robusta la raccolta netta nel mese di settembre per Fineco Bank, pari a 515 milioni di euro: superiore ai 343 milioni di euro dello scorso agosto. L’asset mix vede la componente gestita attestarsi a 223 milioni di euro e quella amministrata a 412 milioni nel mese. La raccolta diretta segna una flessione di 120 milioni, mentre i ricavi del brokerage nel mese di settembre sono stimati a 15 milioni, circa il 30% in più rispetto alla media mensile del periodo 2017-2019. La stima dei ricavi da inizio anno è di circa 149 milioni.

I numeri di Fineco

A settembre Fineco Asset Management (FAM) ha registrato circa 202 milioni di raccolta retail, con un forte interesse della clientela in particolare per i nuovi prodotti rivolti agli investitori prudenti caratterizzati da un’elevata protezione. La raccolta progressiva al 30 settembre 2022 è pari a 1,9 miliardi per le classi retail e a 1,6 miliardi per quelle istituzionali, portando le masse complessive di FAM a 24,5 miliardi, di cui 14,8 miliardi nella componente retail (+6% anno su anno) e 9,7 miliardi in quella istituzionale (+27% anno su anno).

L’incidenza della componente retail rispetto al totale delle masse della banca è salita al 29% rispetto al 26% di un anno fa. Il patrimonio totale è pari a  102.9 miliardi, sostanzialmente in linea rispetto a settembre 2021. In particolare, le masse del private banking si attestano a 43,2 miliardi.

Infine per quanto riguarda i nuovi clienti, a settembre Fineco ne acquisisce 9.264, confermando il trend di miglioramento della base della clientela maggiormente interessata a investire, con il contestuale aumento dei total financial asset relativi ai nuovi conti aperti. Il numero dei clienti totali al 30 settembre 2022 si è attestato a 1.468.434. Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di Fineco, dichiara:

“Il solido dato della raccolta relativo al mese di settembre è particolarmente positivo alla luce della complessa situazione sui mercati. Si conferma così sia la capacità dei consulenti finanziari di supportare la clientela in una gestione professionale dei risparmi, sia l’efficacia di Fineco Asset Management nel proporre soluzioni adeguate ai diversi contesti. La tendenza a investire la liquidità trova conferma nella crescita della componente amministrata, che evidenzia il continuo sviluppo di una platea di investitori attivi interessati a un’interazione diretta con i mercati. A questo proposito, è da sottolineare il buon risultato del brokerage, i cui ricavi si mantengono strutturalmente più elevati rispetto alla media degli anni precedenti alla pandemia”