FIGLI E FIGLIASTRI DEL GAS

4 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 4 apr – Per motivi ignoti, gli utenti del gas del meridione, oltre a quelli di Rieti, Cittaducale, Isola d’Elba, isola del Giglio e Capraia, hanno fruito negli anni di agevolazioni tariffarie rispetto a tutti gli altri utenti italiani nel quadro della legge sugli interventi nel Mezzogiorno (n. 784/1980). “Figli e figliastri del gas”, come titola l’agenzia dell’Unione Consumatori. Ora però il ministro dell’Economia ha dovuto abbassare leggermente le accise sul gas anche per gli altri utenti, in quanto la Direttiva 2003/96/CE ha ristrutturato il quadro comunitario della tassazione dei prodotti energetici ed in particolare del gas naturale, prevedendo una armonizzazione tariffaria. Un decreto ministeriale ha quindi “rimodulato” le imposte per gli utenti, mentre l’Autorità del gas ha rimodulato le tariffe per il trimestre 1 aprile – 30 giugno 2007, che comporteranno una minore spesa annuale di 33 euro per una famiglia che consuma 1400 metri cubi di gas fra cucina, acqua calda e riscaldamento.