FIAT-SINDACATI, TRATTATIVA A TUTTO CAMPO

10 Aprile 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 10 apr – Si è svolto oggi a Roma un incontro tra le segreterie nazionali di Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil, Fismic e la Fiat per fare il punto sulla gestione dell’accordo di gruppo del 28 giugno 2006 (organizzazione del lavoro, diritti sindacali, trattamenti economici, occupazione e contratti atipici). Secondo quanto riferisce una nota dei sindacati “si è convenuto di approfondire il confronto sulle diverse tematiche” a partire dal 18 aprile, giorno i cui alla Sevel Val di Sangro, vicino Chieti, ci si confronterà “sulla parificazione dei trattamenti economici del lavoro notturno e festivo con il resto del gruppo e il completamento della stabilizzazione dei giovani assunti con contratto a termine e interinali”. Il 2 maggio la discussione si sposterà a Roma per un’analisi “più dettagliata sull’applicazione della nuova organizzazione del lavoro denominata Wcm (Wordl class manufacturing), che sta incontrando criticità nel confronto con le Rsu negli stabilimenti”. Quindi, il 10 maggio, il confronto proseguirà a Torino con “il lavoro della commissione sui diritti sindacali (gestione dei permessi e direttivi)”. In data ancora da definire, si aprirà inoltre “un negoziato tra le parti sui trattamenti economici ‘straordinari’ per variazioni delle turnistiche o sabati lavorativi oltre le 32 ore previste dal contratto nazionale”. L’incontro di oggi è stato anche occasione per affrontare la questione della vertenza Ergom di Pomigliano d’Arco, che sta bloccando la produzione nello stabilimento campano della Fiat e a Termini Imerese. Una riunione si svolgerà domani a Roma tra i segretari nazionali dei sindacati metalmeccanici e i segretari territoriali di Napoli. “La Fiat ha ribadito disponibilità ad affrontare le questioni legate a una maggiore efficienza degli impianti congiuntamente alla discussione sull’occupazione e sul riconoscimento economico ai lavoratori – dichiara Bruno Vitali, segretario nazionale della Fim – pertanto credo si possa dire che l’incontro è stato positivo”.