Fed: Beige Book conferma peggioramento economia Usa

17 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Nuova conferma sul peggioramento dello stato di salute dell’economia americana. Che registra un’espansione a un passo “tra il debole e il modesto” per via delle  incertezze commerciali e al rallentamento globale.

È quanto si legge nel Beige Book, rapporto della Fed elaborato ogni sei settimane sulla base delle informazioni raccolte nei 12 distretti in cui opera la banca centrale statunitense, relativo al periodo fino all’inizio di ottobre. Si tratta di un peggioramento rispetto al precedente rapporto, che parlava di crescita “modesta”.

Il rallentamento maggiore è stato registrato nel Midwest. Nel complesso, “ci si aspetta che l’economia continui a crescere; molti, però, hanno abbassato il loro outlook per la crescita nei prossimi 6-12 mesi”. Segnalato un peggioramento delle condizioni del settore agricolo, alle prese con condizioni meteorologiche avverse, prezzi bassi e incertezze commerciali.

…le imprese rivedono al ribasso il loro outlook

A confermare il clima di incertezza che si respira negli Stati Uniti, l’istituto guidato da Jerome Powell ha sottolineato che la crescita delle imprese continua, ma molte nelle ultime settimane hanno tagliato il loro outlook  ed ora si aspettano che l’attività si indebolisca nel breve termine.

“I commerciali delle aziende si aspettano principalmente che l’espansione economica continui – si legge nel report – tuttavia molti hanno abbassato le loro prospettive di crescita per i prossimi sei-dodici mesi”.

La maggior parte dei distretti prevede che l’espansione economica continui, ma “alcune aziende manifatturiere hanno ridotto il personale, a causa della debolezza degli ordinativi, altre hanno invece preferito tagliare le ore di lavoro invece di ridurre la forza lavoro”. I salari – si legge ancora nel Beige Book – sono cresciuti a un ritmo moderato, con pressioni al rialzo per i lavoratori meno qualificati”.