FCA, Marchionne: alleanza con Gm? “Parliamo con molti concorrenti”

16 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – I rumor su un’alleanza tra FCA e GM continuano. Tuttavia, nel corso della conferenza stampa successiva all’assemblea con gli azionisti, l’AD Sergio Marchionne sottolinea che l’azienda sta dialogando con diverse case automobilistiche, e non solo nel merito di possibili partnership. “Abbiamo avuto una serie di discussioni con molti concorrenti su moltissime questioni”, ha detto.

Rispondendo alla domanda di un giornalista sulla possibilità di nuove assunzioni in Italia, afferma: “Ovviamente, e le annunceremo quando avremo dettagli”.

Per la prima volta l’assemblea degli azionisti di FCA si è tenuta ad Amsterdam. I soci sono stati chiamati ad approvare il bilancio del 2014, in cui l’azienda ha riportato un utile netto di 632 milioni, meno degli 1,951 miliardi dell’anno prima (un risultato condizionato dagli oneri). L’assemblea deve anche votare il rinnovo annuale del cda, mentre non è prevista la distribuzione di un dividendo.

Il presidente di FCA John Elkann ha commentato la prima assemblea di Fca definendola un evento “speciale”, perchè per Fiat e Chrysler significa che “tutto è cambiato, per sempre”.

Elkann ha detto “c’è un altro fatto che rende oggi un giorno speciale: per la prima volta nella loro storia, Fiat e Chrysler tengono l’assemblea dei soci in un paese diverso dall’Italia e dagli Stati Uniti. Non è un dettaglio di poca importanza: è il segno che con Fca tutto è cambiato, per sempre”.

Si conferma il trend positivo per le vendite di FCA, che registra una performance migliore rispetto a quella dello stesso mercato europeo, per il terzo mese consecutivo. Le vendite sono state di 100.000 unità circa in Europa, con un balzo +15,7% rispetto alla crescita +10,8% del mercato. Ancora in aumento la quota di mercato, salita al 5,9% dal 5,7% del marzo 2014.

Forti aumenti nelle vendite soprattutto in Spagna, dove FCA ha riportato un balzo delle vendite +57,1% rispetto al 40,4% del mercato. In Italia 17,1%, in Francia +11,7%; sotto i riflettori la forte crescita in Germania, +25%,2, rispetto al +9% del mercato tedesco dell’auto.

Tra i marchi Fca, prosegue l’enorme successo di Jeep, con immatricolazioni volate +213,7%, a più di 9.200 unità. Il marchio ha assistito a un boom di vendite in Germania, +113% e soprattutto in Francia: ben +860%. A trainare le vendite è stata la nuova Renegade che ha superato le 5.500 unità.

In Europa, stando ai dati dell’ACEA, le immatricolazioni di tutti i veicoli sono salite a marzo e su base annua +11% a 1,65 milioni, al ritmo più forte in almeno un anno. Nell’intero primo trimestre, le consegne di veicoli sono aumentate +8,5% a 3,64 milioni, sulla scia della ripresa dell’economia.

La Spagna si è confermata il mercato migliore tra i cinque principali dell’Europa, grazie al programma di rottamazione del governo, che ha incoraggiato gli acquisti, balzati +41%; nel Regno Unito, vendite +6% al livello record del secolo. In Germania, +9%, mentre la domanda è cresciuta rispettivamente +9,3% e +15% in Italia.

A sostenere le vendite, i forti sconti, i migliori dei quali, stando a quanto rende noto Bloomberg, hanno interessato proprio i modelli Fiat, con riduzioni in media -14,4%.