Farage: fino a 15mila sterline di finanziamenti Ue per un comizio

2 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

La scorta di sicurezza di Nigel Farage, leader dello Ukip, il partito indipendentista britannico impegnato in prima linea per campagna pro Brexit del Regno Unito è arrivata a costare 15mila sterline per un singolo evento. I pagamenti versati alla sicurezza, in cinque occasioni, sono arrivati complessivamente a 58mila sterline, 11.600, in media, per ciascun evento. Tale denaro è stato prelevato dai finanziamenti da 2,5 milioni di sterline che il Parlamento europeo ha riconosciuto al gruppo Europe of Freedom and Direct Democracy, di cui fa parte sia lo Ukip che il Movimento 5 stelle. Il caso, denunciato dal quotidiano britannico Daily Mail, prende di mira un politico che da sempre si è opposto agli sprechi di Bruxelles. Il Parlamento europeo, riporta il quotidiano, comunque non ha condannato la condotta del leader dello Ukip, in quanto spetta allo stesso Farage la decisione su come i finanziamenti destinati al suo gruppo parlamentare vadano spesi.
Grazie a un leak di documenti della Secura Associates Ltd. il Daily Mail ha potuto tracciare cinque fatture destinate alla scorta di Farage, la più onerosa delle quali riguarda l’evento di apertura della campagna pro-Brexit, presso la Emmanuel Hall in Westminster: 15mila sterline spese per la sicurezza, ma solo 15 contestatori da tenere a bada. In ogni caso il conto non è stato mai inferiore a 9mila sterline, nonostante le dimensioni contenute di molte delle location designate per i comizi del leader indipendentista. Ad esempio, per un discorso tenuto in un hotel di Belfast con appena 300 persone presenti, il partito di Farage ha destinato alla Secura 10mila sterline.