Facebook viola la privacy? Randi Zuckerberg: “Indecente pubblicare foto online”

31 Dicembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Palo Alto – Potrebbe assumere i contorni di uno psicodramma, invece è tutto vera, quella sceneggiata che in queste ore vede come protagonista la famiglia di Mister Facebook. Da un parte c’è lei Randi Zuckerberg, 30 anni, ex direttore marketing di Fb, furiosa: ha postato una foto sulla sua pagina di Facebook che mostra la reazione della famiglia alla nuova applicazione “Poke” per smartphone.

Peccato che quella istantanea, che ritraeva un momento privato sia poi stato condiviso su Twitter da un’amica della sorella minore, Callie Schwetizer, direttore marketing di Vox Media. Una persona che Randi non ha tra i suoi amici sul social network e che quindi non avrebbe potuto visualizzarla, ha segnalato il sito Buzzfeed. E invece è bastato un click e quell’immagine è stata resa così pubblica a tutti.

Dall’altra ci sono quindi le lacune sulle funzioni della privacy di Facebook. Randi è, infatti, stata tratta in inganno dalle regole sulla privacy di Fb e ha condiviso la foto di famiglia credendo che solo i suoi contatti potessero vederla, invece le foto pubblicate online sono visibili anche agli amici di ogni utente taggato nella foto, non soltanto quindi agli amici dell’utente che le ha pubblicate. Forse suo fratello Mark da oggi avrà un’altra gatta da pelare dopo le recente grane con il fisco, che sta passando al setaccio i conti della società.