Evasione fiscale, al via “processo del secolo” sulla lista Falciani

12 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

GINEVRA (WSI) – Doveva tenersi questa mattina a Bellinzona, ma subito dopo l’apertura, il caso Falciani, ossia il “processo del secolo” come è stato ribattezzato dai media svizzeri, è stato rinviato al 2 novembre dal Tribunale penale federale (Tpf). Motivo? L’assenza dell’imputato per violazione del segreto bancario.

I fatti sono noti: Hervé Falciani, ingegnere informatico italo-francese scappato da Ginevra nel dicembre 2008 con l’intero archivio informatico della Hsbc Private Bank, il secondo istituto di credito del mondo, ha reso noti i nomi di quasi 130mila clienti evasori della banca, provocando un terremoto all’interno del sistema creditizio svizzero, da decenni la patria del famoso segreto bancario.

Accusato di sottrazione di dati e violazione delle leggi di segreto bancario, Falciani aveva annunciato che non si sarebbe presentato in aula per mancanza di fiducia nel sistema giudiziario svizzero. Così questa mattina il Tpf ha accolto la richiesta di un aggiornamento espressa del procuratore federale, Carlo Bulletti, a causa dell’assenza dell’accusato, rimandando il “processo del secolo” di tre settimane.

(Aca-DaC)