Europa, da banche password una tantum per acquisti Internet

21 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – L’Eba, autorità bancaria europea, ha annunciato di aver chiesto alle banche di fornire ai propri clienti, a partire dal prossimo 1° agosto, una password una-tantum per rafforzare la sicurezza degli acquisti su Internet. E’ quanto riporta Reuters. Obiettivo è permettere ai consumatori di sentirsi tutelati quando effettuano gli acquisti in rete.

Le password, che non riutilizzabili, possono essere rappresentate da un numero generato dalle Vpn (i dispositivi forniti dalle banche ai clienti), o da una sequenza inviata per sms.

Alcuni sistemi di sicurezza sono biometrici, e consentono al consumatore di confermare una transazione con l’impronta digitale. Si tratta comunque di una misura temporanea, che sarà adottata fino a quando l’istituto non adotterà norme vincolanti entro l’inizio del 2019, per tutelare i clienti che ricorrono per le spese ai pagamenti digitali, inclusi quelli effettuati tramite cellulari.

Le authority di Gran Bretagna, Estonia e Slovacchia sono le uniche che hanno reso noto che non applicheranno tali regole, dal momento che dovrebbe esistere una legge ad hoc per le banche e le società specializzate nei pagamenti.