Energia solare soppianterà carbone prima del previsto

16 Giugno 2017, di Mariangela Tessa

L’energia solare, complice un calo dei prezzi, soppianterà il carbone prima delle attese. E’ la conclusione a cui è giunto un gruppo di esperti dell’ultimo outlook del Bloomberg New Energy Finance da cui emerge come in Germania e negli Stati Uniti i costi per gli impianti nel solare hanno già eguagliato quelli delle centrali dicarbone. E che, entro il 2021, una situazione analoga si registrerà anche in Cina e India.

Lo scenario delineato nel report suggerisce dunque che la green economy sta prendendo piede più rapidamente di quanto la maggior parte degli esperti si aspetta al momento. ”

“Ciò – si legge in un articolo pubblicato du Bloomberg – significa che l’inquinamento globale causato da anidride carbonica da combustibili fossili diminuirà in maniera significativa dopo il 2026. Una visione che va in contrasto con le previsione dell’Agenzia internazionale dell’energia, che vede le emissioni in aumento costante per decenni a venire”.

Il merito va ai “costi delle nuove tecnologie energetiche che stanno crollato”, ha detto Seb Henbest, ricercatore presso BNEF di Londra e autore principale del rapporto.

Il rapporto ha anche messo in luce che entro il 2040:

La Cina e l’India rappresenteranno i due maggiori mercati per l’energia verde: si stimano  investimenti intorno ai 4 trilioni di dollari, circa il 39 per cento di tutti gli investimenti nel settore.

– Il costo delle tecnologie per le centrali eoliche offshore, fino a poco tempo fa le più costose, scenderà del 71 per cento

– Almeno 239 miliardi di dollari saranno investiti nel comparto delle batterie agli ioni di litio. Il che renderà più facile la diffusone delle auto elettriche: