Enasarco, finalmente commissariato ente previdenziale

22 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Enasarco sarà finalmente commissariata. La richiesta di mettere in soffitta l’organo di controllo previdenziale, dopo due anni di proteste e trattative in tutta Italia, è arrivata dal presidente della Commissione bicamerale di vigilanza sull’attività degli enti previdenziali, Lello Di Gioa.

Gli agenti immobiliari hanno espresso la loro soddisfazione dopo aver visto accogliere le loro istanze dalla commissione parlamentare. Il presidente della Fiaip Paolo Righi loda l’operato di Di Gioa, che ha chiesto al governo e ai ministeri competenti (Lavoro e Tesoro) di valutare il commissariamento dell’ente di previdenza integrativa per agenti di commercio e promotori finanziari.

“Come Fiaip – continua Righi – abbiamo invocato in più occasioni il commissariamento della Fondazione Enasarco e abbiamo illustrato a più parlamentari tra cui Giuseppe Galati (Fi) e Sergio Puglia (M5S) le ragioni della nostra battaglia e del comitato ‘Enasarco, No grazie’ costituito con Anasf e Federagenti”.

A preoccupare l’organizzazione è stato lo scarto di valore nei bilanci di Enasarco di oltre 465 milioni. “Cosa, che non può più essere trattata con indifferenza da nessun organismo di vigilanza, né tantomeno da chi dice di tutelare gli interessi degli agenti”, dice Righi.

“Ora il ministero del Lavoro non ha più scuse per non commissariare l’ente e non può più rimanere nell’ambiguità”.

Sul piano politico, il Movimento 5 Stelle aveva presentato nei giorni scorsi un nuovo esposto alla Banca d’Italia e alla Consob. Secondo Sergio Puglia, senatore del movimento, gli scarti di bilancio sono stati “messi in atto per coprire i buchi di una gestione finanziaria assai discutibile”.

Ma non finisce qui. “Come Commissione parlamentare – promette Puglia – continueremo a chiedere maggiori informazioni e aggiornamenti nelle prossime settimane e faremo le verifiche necessarie sui bilanci di tutti gli enti previdenziali”.

(DaC)