Elon Musk vuole licenziare il 75% dei dipendenti di Twitter

24 Ottobre 2022, di Mariangela Tessa

Che Elon Musk riesca o meno ad acquistare Twitter, il social media americano subirà nei prossimi mesi pesanti tagli del personale. Lo mette in evidenza il Washington Post, citando documenti interni.
Lo stesso numero uno di Tesla non ha fatto misteri sulle sue intenzioni, avvisando i potenziali investitori che, qualora il suo progetto di acquisizione andasse in porto, licenzierà il 75% dei 7.500 dipendenti di Twitter, riducendo il personale a poco più di 2.000 persone.

Secondo il quotidiano Usa, anche se l’accordo con Musk dovesse fallisse, cosa al momento improbabile, l’attuale management di Twitter procederebbe, entro la fine del prossimo anno, a una ristrutturazione del gruppo, con un taglio dei costi del personale per circa 800 milioni di dollari. Numeri che lasciano presagire il licenziamento di quasi un quarto della forza lavoro.

Dopo le indiscrezioni del quotidiano americano, Twitter ha assicurato ai suoi dipendenti che non ha in programma di effettuare licenziamenti su larga scala.

Musk-Twitter: accordo atteso entro fine mese

Nel frattempo, indiscrezioni stampa danno quasi per certo, dopo un lunga tira e molla, la finalizzazione dell’accordo di acquisizione di Twitter da parte di Musk entro venerdì 28 ottobre. Le trattative dietro le quinte sembrerebbero proseguire spedite dopo mesi di battaglia legale. “Per Musk la parte facile è acquistare Twitter, la parte più difficile è quella” di risolvere i suoi problemi: “ci vorrà uno sforzo erculeo”, ha spiegato Dan Ives, analista di Wedbush Securities al “Washington Post”. Musk avrebbe illustrato i potenziali tagli agli investitori: riduzioni che mostrano quanto radicale è il piano del patron di Tesla per Twitter, che non ha mai raggiunto i margini di profitto dei media rivali.

Twitter in borsa

Il titolo intanto nell’ultima settimana ha perso circa l’1%, penalizzato anche da altre indiscrezioni. L’amministrazione Biden starebbe infatti valutando se gli Stati Uniti debbano sottoporre a verifica di sicurezza nazionale alcune delle attività di Elon Musk, tra cui l’accordo di acquisizione di Twitter e la rete satellitare Starlink di SpaceX. Lo ha riferito Bloomberg citando alcune fonti secondo le quali l’amministrazione Usa sarebbe preoccupata per la minaccia di Musk di interrompere i servizi satellitari di Starlink in Ucraina.